LOADING

Type to search

Territorio Top News

Elezioni amministrative, Samarate ai blocchi di partenza

Share
Idee chiare, un buon retaggio amministrativo, poca propensione per le polemiche gratuite, una squadra entusiasta: queste sembrano essere le caratteristiche salienti della lista civica che si propone per guidare la città che in una delle sue frazioni ha visto nascere l’AgustaWestland vent’anni fa, e tante altre iniziative in epoca più recente
***

Non pare avere intaccato più di tanto la solidità e la compattezza del gruppo stretto intorno alla lista civica Uniti per Samarate la decisione della vice sindaco Alessandra Cariglino, in quota Forza Italia, di mettere alla porta uno dei suoi coordinatori, Vito Monti, assessore con deleghe all’Educazione, all’Istruzione, alla Polizia locale e alla Sicurezza.

Almeno questo è quanto abbiamo potuto cogliere dall’entusiasmo senza acredine dei 16 candidati alle amministrative del prossimo 26 maggio nella lista Uniti per Samarate man mano che l’assessore Vito Monti (ex assessore come ha tenuto a precisare l’interessato…) li presentava: Roberto Forastiere, Giorgio Giuriola, Giuseppe Gallazzi, Vito Passalacqua, Franco Gandolfo, Alfredo Micello, Giuseppe Lillo, Massimiliano Dal Toe, Monica Bocchino, Dorotea Favrin, Elena Repossi, Vincenzina Puricelli, Enrica Gioppi, Rosa Maganuco, Stefania Trovato assente per motivi familiari, oltre ovviamente allo stesso Monti. Quest’ultimo ha anche elencato le molte realizzazioni del suo assessorato in tema di sicurezza, di diritto allo studio e di sostegno alla disabilità.

Erano presenti, in veste di ospiti, il candidato sindaco della Lega Enrico Puricelli, e il sindaco di Samarate per antonomasia, come dire l’attuale deputato della Lega Leonardo Tarantino che ha rivolto ai candidati parole di incoraggiamento ma anche di esortazione a non perdere di vista le cose più importanti: il bene di Samarate e le legittime aspirazioni di tutti i samaratesi.

Il responsabile del blog, Vincenzo Ciaraffa saluta l’onorevole Leonardo Tarantino

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Next Up