LOADING

Type to search

Home Notizie Principali Top News

La forza è donna

Share
La forza è donna
La sindaco di Cairate non è nuova ad iniziative di promozione sociale e di solidarietà sul territorio fin da quando rivestiva un altro ruolo istituzionale, anche se quest’anno, con la stretta collaborazione degli assessori Elena Blini, Cristina Luoni e della coordinatrice di Eva Onlus, Cinzia Di Pilla, ha cercato di recuperare il tempo perduto a causa della pandemia e delle restrizioni che ne seguirono

****

Uno dei padri della Chiesa, Sant’Agostino, riteneva fosse dovere di ogni cristiano fare del bene senza attendersi compensi, ma soltanto per amore di provvedere ai bisogni di coloro che, con speranza e fiducia, soggiacciono per libera scelta alle giuste leggi delle istituzioni terrene. Ebbene, era certamente ispirato all’assunto agostiniano il galà di beneficenza organizzato iersera nella cornice della Villa Recalcati di Varese e con il quale il sindaco di Cairate, Anna Pugliese, ha chiuso la parte mondana di un evento modulare organizzato con il centro anti violenza sulle donne Eva Onlus di Busto Arsizio, intorno al leitmotiv “La forza è donna”, con inizio lo scorso 30 aprile e che termina domani, ovvero nel giorno in cui quest’anno cade la festa della donna più forte di tutte: la mamma.  

L’evento cairatese è stato spalmato su di un arco temporale di sei giorni, allo scopo di sensibilizzare e coinvolgere per quanto più tempo possibile uomini e donne intorno a un problema che, purtroppo, recenti fatti di cronaca, accaduti vicinissimo a noi, hanno reso drammaticamente incombente: la violenza sulle donne in ambito familiare. I fondi complessivamente raccolti dal Comune di Cairate, saranno messi a disposizione di Eva Onlus per consentire a questa associazione d’implementare le proprie attività.

In verità, la sindaco di Cairate non è nuova a questo tipo di iniziative sul territorio fin da quando rivestiva un diverso ruolo istituzionale, anche se quest’anno, con la collaborazione dell’assessore ai servizi sociali, il medico Elena Blini, dell’assessore alla cultura, Cristina Luoni, e della coordinatrice di Eva Onlus, Cinzia Di Pilla, ha cercato di recuperare il tempo perduto a causa delle restrizioni relazionali imposte dalla pandemia. Infatti, il galà che si è svolto iersera, se la memoria non ci inganna, era stato inizialmente pensato per il mese di marzo del 2020.

previous arrow
next arrow
Slider

Tra gli invitati del gala di “La forza è donna” che si è svolto a Villa Recalcati c’erano anche Enzo Ciaraffa e la pittrice cairatese Giuditta Crosta, rispettivamente autore e illustratrice – assieme a Donato Tesauro – del saggio tascabile “Le 7 figlie del sole – Sette volti dell’amore, sette personaggi di Napoli immortale” che, nel corso della serata, il sindaco Pugliese ha voluto donare alle signore presenti, come cadeau tematico, assieme alla Treccia di Manigunda, un dolce dedicato alla mitica badessa e preparato dalla pasticceria – panetteria Luretig di Cairate. 

Il saggio di Ciaraffa si prestava alla perfezione per le finalità della serata e dell’iniziativa in generale, dal momento ch’è incentrato su sette donne ognuna delle quali rappresenta uno dei tanti volti dell’amore, un sentimento per il quale due di esse, nonostante i tabù del loro tempo affrontarono la morte pur di non rinunciarvi. Ma nessuna donna dovrebbe più morire per amore o a causa dell’amore.

Questo il grido di dolore, ma anche di speranza, che ci viene dal Salone di Villa Recalcati.

Potrebbe interessarti anche Best Business Academy: formazione, crescita professionale e cambiamento

Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Related Stories

Next Up