LOADING

Type to search

Territorio Top News

Medicina con le stellette

Share
I dati statistici rilevano che tra i giovani maschi italiani meno del 5% si sottopone ad una visita andrologica prima dei venti anni, ecco allora l’importanza del controllo preventivo, per il quale bastano soltanto pochi minuti, per effettuare una valutazione tesa a ricercare eventuali forme di alterazione dei genitali, specialmente se correlate a patologie asintomatiche
***

Durante una recente visita al Centro ospedaliero militare di Milano – ex Ospedale Militare di Baggio – abbiamo appreso di un’iniziativa che dovrebbe intraprendere ogni Paese per i propri giovani: pilota il tenente colonnello medico Francesco Gaeta in veste di capo dipartimento chirurgia e specialista in urologia, con il patrocinio della Società italiana di andrologia, il Com (Centro ospedaliero militare) milanese sta portando avanti una campagna gratuita di prevenzione andrologica per i figli maschi pubescenti/adolescenti dei militari delle Forze Armate, e del comparto difesa in generale, di Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.

A questo tipo di controllo una volta si provvedeva con la visita di leva attuando così un’importante forma di prevenzione con la valutazione del sistema uro-genitale dei giovani in procinto di essere arruolati. Oggi che la leva militare non esiste più, è venuto meno questo tipo di valutazione, sicché se i ragazzi sviluppano patologie urogenitali asintomatiche esse non vengono alla facilmente alla luce, anche perché chi ne soffre è, di solito, restio a parlarne con i genitori o col medico di famiglia.

I dati statistici ci dicono che tra i giovani maschi italiani meno del 5% si sottopone ad una visita andrologica prima dei venti anni, ecco allora l’importanza della visita preventiva per la quale bastano pochi minuti per effettuare una valutazione tesa a scoprire eventuali forme di alterazione dei genitali correlate a patologie asintomatiche. I genitori pongono sempre grande cura nel tutelare la salute dei propri figli, perciò è sperabile che essi convincano i maschietti di famiglia ad aderire, senza reticenze o pudori superflui, alla campagna di prevenzione come quella promossa dal Com di Milano.

Per coloro i quali non hanno diritto alle prestazioni gratuite del Centro ospedaliero militare perché estranei al comparto difesa, il dottor Gaeta (dott.francesco.gaeta@gmail.com) sta portando avanti un’analoga campagna di prevenzione urogenitale presso il Magenta Medical Center di Milano.

Per maggiori informazioni e per conoscere i dettagli per aderire alla campagna di prevenzione, cliccate qui per il download del depliant del progetto.

Immagine in evidenza: Il direttore della campagna di prevenzione andrologica, tenente colonnello medico Francesco Gaeta
Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Next Up