LOADING

Type to search

Top News

Oscar della comunicazione anti comunicativa

Share
Confondere un partito politico con un supermercato non pare molto intelligente, così come anche il legare le strategie da mercato commerciale a quelle della creazione di consenso non è un’idea vincente perché il reselling, od acquisto online di modelli a tiratura limitata tipico di certe marche, si adatta poco ai partiti, che dovrebbero veicolare messaggi mirati, semplici e possibilmente di senso comune
– by Cybergeppetto –

Nell’era della della comunicazione online capita sempre più spesso che qualche messaggio dall’apparente contenuto ordinario venga letto e trasmesso molte volte, talché oggi si dice che è diventato virale.

Il social media manager del partito + Europa di Emma Bonino, con un innocente post su facebook che invitava al tesseramento, è riuscito ad attirare l’attenzione e la mal disposizione di molti giovani. Infatti, fino al momento in cui l’ho letto, il post in argomento aveva totalizzato 1564 emoticon di varia natura, quindi non proprio dei like, 264 commenti e 118 condivisioni. Non sono molti? Beh, il circuito virale che ha generato il post non è proprio irrilevante per un partito le cui percentuali di consenso gli avrebbero valso l’appellativo di cespuglio all’epoca in cui per non scomparire i partitini politici si raggrumarono attorno al partito “Ulivo” di Romano Prodi.

Evidentemente qualcosa del post di “+ Europa” ha avuto il potere di attirare l’attenzione del pubblico giovanile che, complice anche il lockdown, naviga ormai incessantemente nell’etere, anche se, per gli effetti che ha prodotto, il messaggio in questione merita uno studio particolare: «Se hai meno di 25 anni, iscriversi a # piueuropa # costa solo 25 euro, il doppio di un paio di scarpe della #Lidl#, ma molto meno di quanto ti costa vivere in un paese che non si occupa delle nuove generazioni». I commenti non si sono fatti attendere mentre la Lidl si è subito inserita con un “Più Lidl per tutti!” che possiamo anche capire: gli affari sono affari!

Una giovanotta che milita in un altro partito ha chiosato con un secco «Iscrivetevi ad #Azione#, costa solo 10 euro e con il resto vi potete comprare anche le scarpe della Lidl». Un’altra ancora, senza infierire troppo, ha replicato: «Ganzo, ma con 25 euro ci devo fare la spesa e mi deve bastare per due settimane».

Tralasciando i commenti piuttosto pesanti, ritengo opportuno citare un ragazzo che, coniando il verbo memare che vuol dire creare dei meme, cioè delle frasi che prolificano e si diffondono nella rete, ha espresso una critica molto arguta «Per me sbagliate a memare a caso, siete sempre un partito politico da cui mi aspetto serietà e trasparenza. Un post con dei dati e della verità potrebbe stimolare di più a tesserarsi di un post inutile. Non vendete mica birra».

Capisco che le posizioni politiche di questo partito non gli abbiano valso molti consensi, ma bisogna anche dire che la sua strategia comunicativa non è proprio vincente, anche se i social media manager degli altri partiti gli debbano della gratitudine perché possono imparare che la tastiera può diventare un boomerang molto pericoloso. In ogni caso, confondere un partito politico con un supermercato non mi pare molto intelligente, così come anche il legare le strategie da mercato commerciale a quelle della creazione del consenso non mi sembrata un’idea luminosa perché il reselling, od acquisto online di modelli a tiratura limitata tipico di certe marche, si adatta poco ai partiti, che dovrebbero veicolare messaggi semplici e possibilmente di senso comune.

Per tale ragione ritengo che il contenuto del post di “+Europa” meriti il premio “Oscar della Comunicazione Anti comunicativa” che si costituisce oggi.

Mi permetto di concludere che, comunque la si pensi sull’Europa, per fare comunicazione politica forse è meglio avere delle idee in testa da comunicare, cosa nella quale, oltre ai comunicatori di professione, non mi pare che brillino nemmeno i politici.

Se non siete d’accordo ne prendo atto e vi esorto ad avere fiducia nel Recovery Fund, nel MES, nei ristori del governo e nella riforma che dall’anno prossimo ridurrà le tasse.

 

Ti può interessare anche Le ciminiere spente significano fame

Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Related Stories

Next Up