LOADING

Type to search

Solbiate chiama, Praga risponde

Territorio

Solbiate chiama, Praga risponde

Share

Per contrastare la congiuntura economica un piccolo paesino della provincia di Varese ha battezzato un modello di relazioni commerciali internazionali certamente inedito, ma che promette di produrre effetti concreti

***

Organizzato personalmente dal sindaco di Solbiate Olona, Luigi Melis, in collaborazione con la Confapi di Varese, il tema del convegno che stamattina si è tenuto presso il locale golf club “Le Robinie” era tutto un programma già nel titolo: “Fare business con la Repubblica Ceca”. Vi hanno partecipato diversi e qualificati personaggi istituzionali e dell’imprenditoria, sia italiani che cechi.

Come ha ricordato il sindaco della linda cittadina sull’Olona, nel discorso di apertura, tutto è iniziato con il libro scritto dal tenente colonnello in pensione Enzo Ciaraffa che è anche il responsabile de Il Rullo, perché è stato anche grazie a quel libro dal titolo I Cecoslovacchi sull’Olona che – ha precisato Melis – si sono intensificati i rapporti ufficiali tra il Comune di Solbiate Olona e le Repubbliche Ceca e Slovacca.

Dopo il sindaco sono intervenuti il consigliere per gli Affari economici dell’Ambasciata Ceca di Roma Jiří Jílek, la direttrice di Czech Trade Italia Ivana Troskova, il manager della Mazars Roberto Di Cursi, Antonio Misiti della società di revisione e consulenza fiscale GI Group ed infine il professor Fabio Ciovati, docente di economia aziendale dell’Università Cattaneo di Castellanza. Da ciò che hanno detto gli illustri relatori, la Repubblica Ceca (che ancora non ha adottato l’euro…) sta attraversando una congiuntura economica particolarmente favorevole, tant’è che in questo preciso momento storico si trova ad avere più lavoro che operai. Da Varese, oltre alla Confapi, ha partecipato al convegno di Solbiate Olona anche l’Univa. Ha moderato l’incontro la giornalista ed assessore alla Cultura di Solbiate Olona, Patrizia Kopsch.

Il convegno è stato interessante e convincente tant’è che, al termine, alcuni industriali della zona si sono soffermati a chiedere alcune informazioni ai relatori sull’iter da seguire per intavolare concretamente rapporti commerciali con la Repubblica Ceca.

 

 

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Next Up